Ci alimentiamo di energia

La gente può trarre energia da altre persone allo stesso modo in cui lo fanno le piante

6360-training-autogeno-respirazione-bioenergetica

Un gruppo di ricerca della facoltà di Biologia dell’Università di Bielefeld hanno dimostrato che le piante possono trarre energia da una fonte alternativa ovvero da altre piante. Questa scoperta potrebbe avere anche un impatto importante sul futuro della bioenergetica, perché finalmente fornisce la prova che le persone traggono energia da altre persone più o meno allo stesso modo.

energy

I fiori hanno bisogno di acqua e luce per crescere e le persone non sono poi molto diverse. I nostri corpi fisici sono come spugne, assorbono l’ambiente. “Questo è esattamente il motivo per cui alcune persone si sentono a disagio nelle impostazioni specifiche del gruppo dove c’è un mix di energia e di emozioni”, dice lo psicologo e guaritore energetico Dr. Olivia Bader-Lee.

Le Piante si impegnano nella fotosintesi di anidride carbonica, acqua e luce. Il Prof. Dr. Olaf Kruse e il suo team hanno coltivato le microscopiche alghe verdi Chlamydomonas reinhardtii e  hanno osservato che di fronte ad una carenza di energia, queste piante monocellulari possono trarre energia dalla cellulosa vegetale vicina. L’alga secerne enzimi (i cosiddetti enzimi cellulosa) che ‘digeriscono’ la cellulosa, scomponendola in componenti di zucchero più piccoli. Questi vengono poi trasportati nelle cellule e trasformati in una fonte di energia: l’alga può continuare a crescere. ‘Questa è la prima volta che un tale comportamento è stato confermato in un organismo vegetale’, dice il professor Kruse. ‘Che le alghe possono digerire la cellulosa contraddice ogni libro di testo precedente. In una certa misura, quello che stiamo vedendo sono piante che mangiano piante. Attualmente, gli scienziati stanno studiando se questo meccanismo si possa trovare anche in altri tipi di alga e risultati preliminari per ora indicano che questo possa essere proprio il caso.

“Magari nei prossimi anni quando gli studi energetici saranno più avanzati, potremmo osservare questo comportamento come si traduci negli esseri umani,” ha dichiarato Bader-Lee. “L’organismo umano è molto simile a quello di una pianta, trae energia necessaria per alimentare gli stati emotivi e questo può essenzialmente stimolare cellule o causare aumenti di cortisolo e cellule catabolizzare a seconda del grilletto emotivo”.

Bader-Lee dice che il campo della bioenergetica è oggi in continua evoluzione e che gli studi sul mondo vegetale e animale dimostreranno presto ciò che i metafisici di energia hanno sempre saputo – che l’uomo può guarire l’altro semplicemente attraverso il trasferimento di energia proprio come sanno fare le piante. E conclude: “L’essere umano può assorbire e guarire attraverso altri esseri umani, animali e qualsiasi altra parte della natura. Ecco perché stare in mezzo alla natura è spesso edificante ed energizzante per molte persone “.

Qui ci sono cinque modi per utilizzare e purificare al meglio il vostro spazio energetico e prevenire scarichi di energia durante il rilascio di energia della gente:

Rimani centrato e collegato al suolo (grounded1). Se siete centrati nel vostro sé spirituale (invece di esserlo con il sé analizzatore o ego) riuscirete a sentire subito quando qualcosa invade il vostro spazio. Se siete completamente collegati al suolo potrete facilmente scaricare l’energia e le emozioni delle altre persone incanalando con la vostra intenzione l’energia verso il basso.

Essere in uno stato di non-resistenza. Tutto ciò a cui opponiamo resistenza rimane attaccato. Se vi sentite a disagio intorno ad una certa persona o in un gruppo, non ponente resistenza per proteggervi, perché ciò non farà altro che bloccare e mantenere l’energia dell’altro nel vostro spazio. Mettetevi in uno stato di non-resistenza immaginando che il vostro corpo è chiaro e trasparente, come il vetro trasparente o l’acqua. In questo modo, se qualcuno vi getterà un po’ di invalidazione addosso,  vi passerà proprio attraverso di voi e non vi rimane attaccata.

Appropriati del tuo spazio aura personale. Ognuno di noi ha un’aura energetica che circonda il nostro corpo. Se noi non possediamo questo spazio personale saremo vulnerabili e tutta l’energia straniera potrà penetrarlo. Diventa consapevole dei limiti della tua aura (circa una lunghezza di braccio lontano dal corpo tutto intorno, sopra e sotto), è un modo per possedere il tuo spazio personale.

Datevi una pulizia energetica. Il colore oro ha una vibrazione molto alta che è utile per spazzare via l’energia estranea. Immaginate un getto di doccia d’oro nella parte superiore della vostra aura (pochi metri sopra la vostra testa), lasciate che questa energia oro chiaro fluisca e attraversi la vostra aura e lo spazio del corpo fino a rilasciarla a terra. Vi sentirete immediatamente puliti e rinfrescati.

Richiamate la vostra energia. Quando la nostra energia ha riempito il nostro spazio c’è meno spazio per l’altra energia per entrare. Ma ogni volta che ci concertiamo su altre persone o cose diffondiamo la nostra energia perdendola. Immaginate un sole chiaro d’oro diversi metri sopra la vostra testa, e come una calamita attirerà tutta la vostra energia riportandola nel vostro spazio(e purificandola nell’energia dorata). Poi riportatela giù verso la parte superiore della vostra aura e nel vostro spazio del corpo, liberandola nuovamente nel vostro spazio personale.

1 )  Il concetto di radicamento o grounding è un concetto fondamentale per l’Analisi Bioenergetica.
Essere “grounded” significa avere i piedi per terra.

Essere radicato significa essere padrone di sè e ciò permette di muoversi nella società senza intaccare la libertà altrui, ma soprattutto conservando la propria identità.

In ogni caso non si tratta di un concetto nuovo, ma da tempo sappiamo quello che ora sta suscitando l’interesse di molti scienziati, ovvero che l’uomo è un antenna che prende e emana energia.

L’aura di un uomo sano è grande, di forma ovale, compatta e circondata da una “rete di sicurezza” biomagnetica. Quando questa “rete di sicurezza” è intatta, la persona rispettiva vive in uno stato di permanente armonia. Purtroppo, oggigiorno, molti uomini hanno un’aura “bucata”, distorta, influenzata. Come e in che modo siamo arrivati a questo stato di degradazione?

Il “nemico mortale” dell’aura è il nervosismo e chiunque lo può intuire se considera che, per esempio, le persone tese e irritabili sono affette, col tempo, da gravi squilibri. Lo stato di insoddisfazione e accresciuta impulsività, così come tutti gli altri stati negativi che manifestiamo spesso (paura, odio, gelosia, ribellione), colpiscono l’aura dall’interno, creando dei “buchi” attraverso i quali possono entrare in ogni momento le energie o i pensieri negativi generati da altri esseri umani incoscienti oppure da forme pensiero provenienti dai piani bassi della manifestazione.

(…)

Le persone lanciano, con i loro pensieri negativi, frecce avvelenate. Ecco perché, con cognizione di causa, i millenari insegnamenti yoga avvertono del pericolo dei pensieri meschini, inferiori, che “intossicano” lo spazio e creano focolai di epidemie psichiche e mentali, ma anche dell’egoismo, che aggiunge giorno dopo giorno un veleno mortale all’aura malata del nostro pianeta.

Abbiamo una responsabilità enorme per ogni pensiero da noi emesso, poiché un pensiero negativo generato da un essere può essere captato mentalmente da qualcun altro che reagirà in modo irresponsabile, diventando la vittima alla cui sofferenza abbiamo contribuito anche noi. Sosteniamo, senza rischio di errore, che il numero dei crimini invisibili è infinitamente più grande del numero di quelli del mondo fisico. Per ignoranza, odio o paura, le persone lanciano, tramite i loro pensieri, frecce avvelenate il cui potere è talvolta abbastanza forte. Noi possiamo interferire ogni volta con questo fenomeno attraverso il nostro stato disarmonico, favorendo la comparsa, nella nostra aura, delle crepe di cui abbiamo parlato prima.

Inoltre, il veleno dell’odio e del nervosismo, della sofferenza e della tristezza, delle passioni inferiori “si depone” sugli oggetti che ci circondano, sui muri degli edifici, sugli oggetti personali. Tutti coloro che, in più, vengono in contatto con questi oggetti saranno influenzati chi più chi meno, in funzione della qualità e dello stato della loro aura.

Sicuramente, tutte queste rivelazioni sul campo energetico, che esiste non soltanto intorno al nostro corpo fisico, ma che accompagna ogni manifestazione dell’Universo, provano –se è necessario dirlo- che dobbiamo sapere come proteggerci. È quindi evidente che abbiamo bisogno di una protezione aurica, che ci aiuterà ad evitare un’interferenza con queste vibrazioni che impregnano i luoghi che frequentiamo.

Come contrastare le energie psichiche malefiche emesse da qualcun altro su di te:

1. Per riuscire ad affrontare un conflitto è necessario rispondere con AMORE oppure usando l’UMORISMO (il che mostra uno stato di distacco). Procedendo in tal modo, non interferirete più con la vibrazione energetica negativa dell’aggressore, anzi riuscirete a farlo rendere conto del suo stato penoso, facendoglielo modificare radicalmente. Molti di noi hanno incontrato persone di cui possono dire: “Con lui (lei) non puoi litigare”. Ciò dimostra che quella persona possiede una struttura psichica equilibrata e armoniosa, che la protegge dai conflitti e dall’aggressività degli altri.

2. La seconda modalità necessità di una forza interiore e mentale molto più grande. Se sentite che qualcuno sta assorbendo la vostra energia, deliberatamente o no, focalizzando i suoi pensieri negativi o la sua energia psichica su di voi, invocate una Luce Bianca Brillante e inviatela sulla persona in causa. Visualizzate come la sua aura si riempie di Luce Bianca e mentalizzate che questa luce riesce ad annientare l’energia negativa manifestata su di voi.

Scegliete una di queste tecniche ed applicatela con perseveranza, studiandone gli effetti. Esternate continuamente uno stato benefico e un pensiero corretto.

 

L’integrità dell’aura e il nostro stato positivo possono essere protetti prima di tutto con l’aiuto dell’energia psichica benefica. L’istruzione e la formazione nella psico-energia protettrice costituiranno una vera e propria profilassi per il genere umano. All’inizio è necessario emettere con insistenza pensieri puri, benefici, assicurandone l’ingresso nella sostanza nervosa tramite la continua ripetizione. In tal modo eliminerete, gradualmente, ogni tipo di risonanza con le energie inferiori.

Il pensiero per il Bello indica sempre la via per la Verità ed è il rimedio più importante contro la sofferenza. Al posto di lamentarvi, di indignarvi e di giudicare gli altri, è molto meglio se canalizzate i vostri pensieri verso il Bello, la Verità, la Giustizia, l’Onestà, l’Amicizia, l’Amore etc. Questo tipo di pensieri costituisce il ponte più affidabile e sicuro verso le Forze del Bene dell’Universo.

Colui che invia gioia nello spazio la riceve a sua volta mille volte di più, colui che invia amarezza riceve, giustamente, amarezza. Un esempio-suggerimento per pensare in modo corretto: la mia Mente è purificata, forte e limpida. I miei pensieri benefici esprimono sempre bontà, felicità, pace, amore e bellezza.

 

State attenti alle percezioni del momento

La seconda cosa che dovete ricordare è che, proprio quando vi rendete conto che la presenza di qualcuno non vi fa bene, sentendovi “assorbiti” o “vampirizzati” da questa persona, dovete allontanarvi ad una distanza sufficiente tale da non sentire più questa interferenza. Se avete la stessa sensazione riguardo ad una stanza e se l’occasione ve lo permette, è meglio se l’abbandonate immediatamente, senza rimpianti.

 

Autosuggestione con l’idea-forza

Un metodo molto utile per realizzare la protezione sottile aurica è rappresentato dall’autosuggestione con certe idee-forza che ci mettono in risonanza con le forze sottili armoniose dell’Universo. Le seguenti affermazioni saranno ripetute un numero sufficiente di volte, per impregnare in modo adeguato il vostro subconscio con esse. Alla fine di ogni serie di ripetizioni, visualizzerete come vi vedete dal di fuori, in un modo distaccato, ricevendo gli stati rispettivi insieme alle desiderate vibrazioni luminose benefiche. Procedendo in tal modo, constaterete che i successi desiderati non tarderanno a comparire. Le affermazioni sono le seguenti:

Pura Luce Bianca profondamente benefica e onnipotente della Coscienza Divina, proteggimi inondando la mia essenza e difendendomi da tutto ciò che è impuro. Tramite la Sua presenza che conferisce felicità alla mia propria essenza, tutto il male è neutralizzato; poiché io sono diventato invulnerabile e invincibile, grazie al Suo aiuto Divino.

 

La visualizzazione di una sfera di luce

Contemporaneamente o separatamente dalla modalità appena descritta, potete chiamare all’azione un campo protettivo di energia divina. Visualizzate una sfera di luce bianco-splendente al centro del vostro petto. Mentalizzate questa luce che inizia a ruotare e a crescere. Essa si dilata fino a riempire il vostro corpo per poi riversarsi all’esterno. Mano a mano che la luce si espande, tutta l’oscurità si ritrae di fronte ad essa. Aumentate le dimensioni della sfera di luce attorno al vostro corpo finché non raggiunge circa 50 cm di diametro. Rimanendo il più possibile concentrati, fissate questa immagine più tempo che potete. Riprendete questa visualizzazione più volte durante l’arco della giornata.

 

Raccomandazioni contro le radiazioni

I telefoni cellulari, i monitor dei computer, gli schermi televisivi sono apparecchi che, attraverso le radiazioni che emanano, possono turbare l’armonia delle energie soprattutto a livello del capo. Per evitare eventuali dolori che potrebbero comparire in tale zona, si raccomanda la visualizzazione di una luce bianca –come nel metodo descritto precedentemente- con la differenza che la sfera di luce bianca deve essere mentalizzata a livello del capo, avendo come punto di partenza e di espansione la zona centrale della fronte – AJNA CHAKRA.

 

La protezione tramite le pietre preziose

Esistono anche altri metodi di purificazione, protezione ed esorcizzazione che utilizzano le pietre preziose o semipreziose, oltre che le piante. Questi metodi presentano una caratteristica particolare, perché erano conosciuti e utilizzati dalle civiltà antiche. Non vi è niente di magico nella loro applicazione, se non che questi metodi si basano chiaramente sul fenomeno di risonanza creatosi tra queste pietre o piante e i diversi focolai cosmici di forza ed energia.

Consigliamo quindi di indossare le seguenti pietre preziose o cristalli (dopo averle purificate per sette giorni nel sale grosso): onice, quarzo, agata, cristallo di rocca, diaspro rosso, labradorite, rodonite, sodalite e malachite (che assicura protezione durante la gravidanza per le donne incinta). È molto importante che la pietra venga posta in contatto diretto con la pelle (sia su un dito, montata su un anello, che sul petto se si tratta di un ciondolo).

 

L’Assunzione di piante officinali

Per quanto riguarda le piante, indichiamo un trattamento che è necessario realizzare per un periodo di minimo tre mesi, secondo un metodo descritto nella rivista Yoga Magazin (piante essiccate sminuzzate finemente, tenute sotto la lingua per 15 minuti, 3-4 volte al giorno, inghiottite poi con un po’ d’acqua minerale). Le piante indicate sono: basilico, corteccia di quercia, salvia, viperina azzurra e erba moscatella.

Attenzione: Per i consigli generali che seguono sull’utilizzo di pietre e piante officinali è indicato consultare prima delle persone esperte nel campo.

 

Semplice Postura corporea che può aiutarvi a difendervi dalla “impoverimento energetico”

Le persone anziane, malate oppure con dei disturbi psichici possono “vampirizzare” energeticamente le persone sane (assorbire in modo incosciente le energie degli altri – ndt), così come una spugna assorbe l’acqua. Per evitare questo pericolo è necessario che i sani non siano ricettivi e, inoltre, che si concentrino mentalmente sulla propria aura, chiudendo i circuiti bioenergetici. Ecco una postura corporea che può aiutarvi: semplicemente, dovete stare con le braccia incrociate e le gambe accavallate.

 

Selezionate il vostro entourage

Dopo una giornata di lavoro, la maggior parte delle persone arrivano a casa esauste da un punto di vista fisico, psichico e mentale. Alcune delle energie negative appartengono a noi; le altre, come la tensione inspiegabile, i pensieri bizzarri o i sentimenti strani, non sono nostri, ma ci colpiscono perché abbiamo interferito con altre persone, dominate dalle stesse energie impure. Se siete attenti, potete capire da quali persone provengono tali sentimenti negativi e rispetto alle quali vi aprite e siete ricettivi.

Per questo motivo è essenziale che selezioniate le persone in presenza delle quali vi sentite bene e che le distinguiate dalle persone che provocano in voi degli stati negativi, soprattutto se ancora non riuscite a controllare il vostro sistema energetico.

Ogni essere ha dei problemi interiori con cui deve confrontarsi. Farvi carico anche dei problemi degli altri è sinonimo di ignoranza, impotenza e di salute compromessa.

fonte:

http://www.yoga-integrale.it/Centro%20Yoga%20Genova_file/articoli%20YOGA/protezione_aurica.htm

http://www.thebuddhistvision.com/people-can-draw-energy-from-other-people-the-same-way-plants-do/#.U6_jLJR_vTr

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...